Serie A 2017/18: novità sul torneo, sui giocatori e su come seguire le partite

By | 14 novembre 2017

Ogni campionato di Calcio di Serie A vanta le sue novità, sia in ambito tecnologico sia per quanto riguarda i nuovi arrivi nelle squadre.

Quest’anno, le novità nelle rose delle squadre sono dovute alle incredibili campagne di calciomercato intraprese dalle società calcistiche italiane nell’estate 2017, che hanno stravolto l’organico di molte formazioni.

Serie A 2017/18: le novità in campo

In questa edizione della massima serie italiana di calcio non mancheranno le emozioni: il Napoli di Sarri è stato protagonista di un inizio di campionato magistrale, con 10 successi in fila in undici partite contro squadre importanti come Roma e Lazio. In più, le buone prestazioni degli Azzurri in Champions League aumentano le aspettative e le speranze dei tifosi partenopei verso la propria squadra.

La Juventus, decisa a vincere il settimo scudetto consecutivo, ha dovuto arrestare la sua corsa ai vertici della classifica in seguito alle sfide contro l’Atalanta e la Lazio, terminate rispettivamente con un pareggio ed una sconfitta, ma il tecnico Allegri è deciso ad invertire il trend negativo dei bianconeri tornando in lizza per lo scudetto. La formazione piemontese può contare sulle abilità di talenti del calibro di Higuain, Pjanic e Dybala, a cui si aggiungono, in questa edizione, fuoriclasse come Bernardeschi e Douglas Costa, provenienti rispettivamente dalla Fiorentina e dal Bayern Monaco. Con una rosa di questo valore, la Juventus non può che essere tra le favorite della Serie A 2017/18.

Ma le due superpotenze del campionato italiano di calcio se la dovranno vedere anche con le straordinarie performance della Lazio di Inzaghi, che ha infilato due vittorie importantissime prima con il Milan,al quale ha inflitto un pesante 4-2, poi con la Juventus, sancendo la prima vittoria dei biancazzurri sui bianconeri dopo ben 14 anni. Del resto, le Aquile di Simone Inzaghi possono contare sulle brillanti prestazioni di Immobile, autore di 14 gol in undici giornate.

È ancora presto per poter azzardare un pronostico concreto, le squadre potrebbero ribaltare le previsioni e, alle favorite per la vittoria, potrebbero aggiungersi altre formazioni.

Non resta che seguire gli appuntamenti sportivi per assistere alle evoluzioni del campionato.

Come?

Gli eventi della Serie A di calcio vengono trasmessi da varie emittenti televisive tra cui Sky, che possiede i diritti per trasmettere tutte le partite di Seria A, e Mediaset, che manderà in onda le partite delle migliori otto squadre del campionato 2017/18, ovvero di Milan, Inter, Juventus, Roma, Napoli, Lazio, Fiorentina e Genoa. Esiste tuttavia un altro modo per poter seguire le varie sfide del torneo, ovvero attraverso lo streaming gratuito proposto da SNAI, sia dal portale dell’operatore sia da mobile con l’apposita app. Il noto bookmaker italiano offre lo streaming gratis con tutti i match di Serie A previa registrazione al sito.

Serie A 2017/18: le innovazioni tecnologiche

Tra le novità interessanti da segnalare in questo campionato troviamo l’introduzione della VAR, acronimo di Video Assistant Referee, anche detta moviola in campo. Si tratta di un sistema già in uso nella Bundesliga e nella Primeira Liga portoghese ed è finalizzato a supportare l’arbitro nelle decisioni cruciali: una telecamera, posta al limite del campo e controllata da due assistenti che comunicano con l’arbitro tramite auricolare, serve a risolvere l’esito di un’azione dubbiosa: i due ufficiali rivedono la moviola e segnalano all’arbitro eventuali sviste o errori. L’ultima parola sull’esito delle azioni spetterà all’arbitro.

L’introduzione del sistema VAR è certamente la novità più interessante di questo campionato, specialmente per le polemiche che il suo utilizzo ha già sollevato. Le critiche sarebbero rivolte alla modalità d’impiego della telecamera, che, secondo alcuni, rallenterebbe il gioco in modo eccessivo, arrivando anche a 7 minuti di interruzione del gioco, causando di conseguenza lo spazientirsi di tifosi e calciatori. Vedremo quale sarà il destino del sistema VAR, ma c’è chi si aspetta di ritrovare questa tecnologia  in occasione dell’attesissima Coppa del Mondo FIFA 2018.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *